Eugenio Siragusa forum

Facebook

Eugenio Siragusa forum

Eugenio Siragusa forum


    UFO E ALIENI

    Condividere
    avatar
    Patrizia
    Moderatore
    Moderatore

    Messaggi : 290
    Data d'iscrizione : 10.07.10
    Età : 58
    Località : Roma

    UFO E ALIENI

    Messaggio  Patrizia il Mar Ago 10, 2010 10:58 am



    Gary McKinnon, un Hacker britannico che si è introdotto illegalmente su alcuni computer dell’Agenzia Spaziale Americana, sostiene di aver trovato su alcuni server della Nasa informazioni che confermerebbero l’esistenza di alieni e ufo. Il voler indagare sulle informazioni in possesso della Nasa è costata però cara a McKinnon, ora è accusato dagli Stati Uniti di aver causato danni per 700mila dollari, e rischia fino a 60 anni di carcere.
    Solitamente il termine “Hacker” viene usato impropriamente dai media, questa volta però potrebbe calzare in quanto l’obiettivo che ha spinto McKinnon ad introdursi nei server della Nasa era quello di verificare se effettivamente l’agenzia spaziale più grande del mondo possedesse informazioni segrete relative a forme di vita extraterrestri.
    I rapporti ufficiali relativi agli UFO hanno alla base di tutti i presunti avvistamenti di oggetti non identificati la presenza di fenomeni naturali come meteore e condizioni atmosferiche eccezionali o inconsuete, altri invece sono relativi a sperimentazioni di sonde e velivoli non conosciuti dai cittadini ma comunque realizzati da uomini in ambito militare e per questo top secret.
    Secondo McKinnon però la Nasa è in possesso di informazioni relative a forme extraterrestri che non vuole divulgare. Per due anni l’Hacker, introducendosi illegalmente su numerosi computer, è andato alla ricerca di informazioni sull’esistenza degli UFO. Secondo quanto comunicato le informazioni ci sono, oltre ad esserci numerose foto, molte delle quali conservate negli archivi e altre cancellate per nascondere la verità, si avrebbero anche alcune informazioni relative a una nuova tecnologia che consentirebbe di avere una fonte di energia inesauribile di origine extraterrestre. Queste informazioni sono state comunicate da McKinnon in un programma della BBC alla vigilia dell’udienza.
    Sempre attraverso la BBC si apprende che il ministero della Difesa britannico ha confermato che in seguito a uno studio segreto completato nel dicembre 2000, non sono state trovate prove che i dischi volanti esistano e gli avvistamenti sono riconducibili a fenomeni naturali più o meno noti e consueti, viene ritenuto inoltre improbabile che forme di vita aliene siano mai arrivate sulla Terra.
    Il rapporto di 400 pagine dal titolo “Fenomeni aerei non identificati nel Regno Unito”, era stato stampato in un numero limitato di coppie e riportava la dicitura “Segreto: solo per occhi britannici”. In base alla legge sulla libertà di informazione e in seguito alla richiesta di un professore dell’Università di Sheffield, il rapporto è stato reso pubblico.
    Secondo quanto riportato nel rapporto non c’è prova che suggerisca che i fenomeni visti siano ostili o sotto qualsivoglia tipo di controllo diverso da quello delle forze fisiche naturali. Non vi è prova che esistano oggetti “solidi” che possano causare un rischio di collisione. Vengono fornite inoltre alcune spiegazione di come alcune persone possano essere convinte di avere avuto “incontri ravvicinati”.
    Ma gli extraterrestri sono arrivati veramente sulla terra o no ? dobbiamo credere a McKinnon, e quindi pensare che tali informazioni siano tenute segrete, o in questo caso al rapporto “Fenomeni aerei non identificati nel Regno Unito” che spiega attraverso la scienza i fenomeni che vengono ricondotti ad avvistamenti ufo ?
    Se pensiamo alle dimensioni dell’universo e alle tecnologie oggi a disposizione degli uomini sembra improbabile che forme di vita extraterrestri possano essere arrivate sulla terra. Non possiamo però neanche escludere che esistano altre civiltà molto più evoluta di noi in grado di compiere dei viaggi spaziali che ora non riusciamo neanche ad immaginare, l’uomo in passato non era a conoscenza dello spazio tantomeno avrebbe mai pensato di poter viaggiare attraverso delle astronavi.
    Le domanda che forse più di tutte bisognerebbe porci sono le seguenti: se ogni tanto gli extraterrestri arrivano con i loro mezzi sui nostri cieli perché si dovrebbero limitare a guardarci dall’alto ? e nel caso gli avvistamenti di alieni siano effettivamente veri, perché si fanno vedere solo da poche persone ?

    L’ Ufologia tradizionale ha cercato, fin dai suoi albori, di dare una connotazione e una spiegazione alla realta’ di un possibile contatto con civilta’ extraterrestri piu’ evolute della nostra.
    Due sono gli elementi principali che caratterizzano il lavoro di ricerca svolto da numerosi ufologi:
    a) comprendere le ragioni di una presenza “silenziosa” ed oscura.
    b) definire le probabili conseguenze che si verificherebbero in conseguenza del contatto con i nostri misteriosi visitatori.
    Shock culturale, perdita di valori, rifiuto delle istituzioni umane, sono solo alcune delle potenziali conseguenze che in molti hanno teorizzato in seguito al contatto con una civilta’ piu’ evoluta.
    La naturale conseguenza di quell’ insabbiamento che ha celato all’ uomo una verita’ che in molti conoscono da tempo sara’ la perdita di peso delle istituzioni moderne e del loro ruolo guida.

    Il problema del contatto deve necessariamente porsi all’attenzione del genere umano; e’ questione di tempo, ma inevitabilmente si arrivera’ ad un punto in cui la realta’ dei fatti mettera’ l’uomo di fronte al suo vicino cosmico e allora la verita’ non sara’ piu’ retaggio di una oligarchia, ma l’uomo potra’ finalmente comprendere il proprio destino e dimostrare se avra’ raggiunto una maturita’ etica, spirituale e materiale di un livello tale da sostenere un contatto nel modo migliore.

    TRATTO DA:http://rino.blog.deejay.it/2010/07/09/ufo-e-alieni/


      La data/ora di oggi è Sab Nov 18, 2017 8:20 am