Eugenio Siragusa forum

Facebook

Eugenio Siragusa forum

Eugenio Siragusa forum


    UFO DAL MITO AL SATANICO INGANNO di Marcello Cino

    Condividere
    avatar
    Mirella
    Moderatore
    Moderatore

    Messaggi : 455
    Data d'iscrizione : 09.07.10
    Località : Siracusa

    UFO DAL MITO AL SATANICO INGANNO di Marcello Cino

    Messaggio  Mirella il Mar Ago 10, 2010 6:40 pm

    “Poiché il nostro combattimento non è contro sangue e carne, ma contro i principati, contro le potestà, contro i dominatori del mondo di tenebre di questa età, contro gli spiriti malvagi delle regioni dell’aria” (Ef 6;12)
    Il fenomeno UFO oramai ha pervaso la nostra cultura ed esso si è fatto in un certo senso simbolo e portavoce di una Nuova Era , la New-Age, drammatico e demonico tentativo di instaurazione di quella che il p.Seraphim (Rose) di Platina profetizzava come Religione del Futuro, ossia il culto dell’Anticristo. Queste pagine vogliono essere uno spunto di meditazione per far riflettere il lettore su come l’evento UFO, se letto alla luce della Rivelazione delle Scritture, dei Profeti, degli Apostoli e dei Santi non può che manifestare la sua vera e quanto mai terribile natura satanica.
    La nostra cecità verso il mondo spirituale ci rende la maggior parte delle volte degli sprovveduti innanzi alle insidie e agli inganni del Diavolo e forse troppo poco ci fermiamo a riflettere su come il nostro mondo visibile abbia un continuo e profondo collegamento con l’invisibile. La prudenza spirituale alla quale l’Evangelo ci invitana è segno tangibile di come e quanto sia a noi vicino il mondo “invisibile” e che in esso , fino alla consumazione dei tempi e all’avvento dell’Eone futuro in cui “Dio sarà tutto in tutti” , perdurerà una battaglia cosmica tra Dio , le Sue celesti Potenze , i Suoi Santi e le potenze inique delle tenebre che si sono voltate un tempo da Dio . Così come nel macrocosmo si svolge questa terribile e tremenda battaglia che Cristo, con la Sua gloriosa Incarnazione, Passione, Morte e Resurrezione già ha vinto , la nostra vita che riflette in se un microcosmo, è anch’essa un agone contro gli attacchi esterni (vessazioni, tribolazioni,…) ed interni (passioni, logismoi,…) del nemico spirituale.
    La Bibbia continuamente ci parla di come il nostro mondo e il mondo noetico siano , per così dire, “intrecciati” ; fo subito un esempio :

    Nel terzo anno di Ciro, re di Persia, una parola fu rivelata a Daniele, che si chiamava Beltshatsar. La parola è verace e il conflitto lungo. Egli comprese la parola ed ebbe intendimento della visione. 2 In quel tempo, io Daniele feci cordoglio per tre settimane intere. 3 Non mangiai cibo prelibato, non entrarono nella mia bocca né carne né vino e non mi unsi affatto, finché non furono passate tre intere settimane. 4 Il ventiquattresimo giorno del primo mese, mentre ero sulla sponda del gran fiume, che è il Tigri, 5 alzai gli occhi e guardai, ed ecco un uomo vestito di lino, con ai lombi, una cintura d'oro di Ufaz. 6 Il suo corpo era simile al topazio, la sua faccia aveva l'aspetto della folgore, i suoi occhi erano come torce fiammeggianti, le sue braccia e i suoi piedi parevano bronzo lucidato e il suono delle sue parole era come il rumore di una moltitudine. 7 Soltanto io, Daniele, vidi la visione, mentre gli uomini che erano con me non videro la visione, ma un gran terrore piombò su di loro e fuggirono a nascondersi. 8 Così rimasi solo a osservare questa grande visione. In me non rimase più forza; il bel colorito cambiò in un pallore e le forze mi vennero meno. 9 Tuttavia udii il suono delle sue parole; all'udire però il suono delle sue parole, caddi in un profondo sonno con la faccia a terra. 10 Ma ecco, una mano mi toccò e mi fece stare tutto tremante sulle ginocchia e sulle palme delle mani. 11 Poi mi disse: «Daniele, uomo grandemente amato intendi le parole che ti dico e alzati in piedi, perché ora sono stato mandato da te». Quando mi ebbe detto questa parola, io mi alzai in piedi tutto tremante. 12 Egli allora mi disse: «Non temere, Daniele, perché dal primo giorno che ti mettesti in cuore di intendere e di umiliarti davanti al tuo DIO, le tue parole sono state ascoltate e io sono venuto in risposta alle tue parole. 13 Ma il principe del regno di Persia mi ha resistito ventun giorni, però ecco, Mikael, uno dei primi principi, mi è venuto in aiuto, perché ero rimasto là con il re di Persia. 14 E ora sono venuto per farti intendere ciò che avverrà al tuo popolo negli ultimi giorni; perché la visione riguarda un tempo futuro». 15 Mentre mi parlava in questa maniera, abbassai la faccia a terra e ammutolii. 16 Ed ecco uno con le sembianze di un figlio d'uomo mi toccò le labbra. Allora io apersi la bocca, parlai e dissi a colui che mi stava davanti: «Signor mio, per questa visione mi hanno colto gli spasimi e le forze mi son venute meno. 17 E come potrebbe un tale servo del mio signore parlare con un tale mio signore, perché ora le forze mi hanno lasciato e mi manca persino il respiro?». 18 Allora colui che aveva le sembianze d'uomo mi toccò di nuovo e mi fortificò, 19 e disse: «O uomo grandemente amato, non temere, pace a te, riprendi forza, sì, riprendi forza». Quando mi ebbe parlato, io ripresi forza e dissi: «Parli pure il mio signore, perché mi hai dato forza». 20 Quindi egli disse: «Sai tu perché io sono venuto da te? Ora tornerò a combattere con il principe di Persia; e quando sarò uscito, ecco, verrà il principe di Javan. 21 Ma io ti farò conoscere ciò che è scritto nel libro della verità; e non c'è nessuno che si comporti valorosamente con me contro costoro tranne Mikael, il vostro principe». (Daniele 10)

    Il lungo digiuno e la prolungata preghiera di penitenza consentono a Daniele l’incontro con l’Angelo del Signore, che si è rivelato impedito per ben 21 giorni da una forza angelico demoniaca che viene chiamata “principe di Persia”. Questa potenza demoniaca appare particolarmente forte tanto che anche l’Arcangelo Michele a un certo punto interviene. E’ possibile pertanto notare come il mondo fisico e spirituale siano in una diretta interazione.

    La Bibbia ci istruisce inoltre continuamente su come nel mondo noetico non può esistere una “terra di mezzo”, neutrale tra le tenebre e la Luce, il Bene che proviene da Dio e il male (inteso non come principio ma come assenza di Bene). Questa immaginaria via di mezzo, via di compromesso, è quella via inesistente in cui cercano di vivere molte persone, ignorando totalmente che laddove non si cammina nella Via angusta e stretta indicata da Cristo ci si ritrova, volenti o nolenti, a percorrere la larga via del Demonio.
    Chi si ferma per un attimo ad analizzare i cosiddetti rapimenti alieni potrà notare come essi in realtà non sono altro che oppressioni demoniache, ne hanno infatti la stessa struttura.
    Partendo dalla consapevolezza evangelica che “ogni albero buono produce frutti buoni; ma l'albero cattivo produce frutti cattivi “ (Mt 7;17) , S.E. l’Arcivescovo Crisostomo di Etna ci suggerisce di partire da una lettura ortodossa del famoso libro (vincitore del Premio Pulizer)del Dott. John E Mack “Rapiti”. Il Dott. Mack è da considerare indubbiamente una persona di provata professionalità ed oggettività essendo professore di Psichiatria alla Harvard Medical School nonché il fondatore e il direttore del Centro di Psicologia e Cambiamento Sociale , nulla da eccepire pertanto sulle sue credenziali.
    Nel 1990 il Dott.Mark iniziò il suo lavoro di raccolta dati con persone che affermavano di essere state rapite dagli alieni. Di circa un centinaio di pazienti che si rivolse a lui, determinò che 76 soddisfacevano i suoi criteri per un caso di rapimento: “ricordo conscio o tramite ipnosi di essere stati rapiti da esseri alieni in una astronave, emozioni appropriate all’esperienza descritta e nessuna condizione mentale apparente che potesse incidere sulla storia”. A noi per ora interessano solo due aspetti : l’esperienza di rapimento e i suoi effetti sulle vittime.

    Molti rapiti raccontano di essere stati presi mentre erano nelle loro case o mentre stavano guidando nelle loro automobili. Una volta nell’astronave “l’atmosfera sembra essere malsana, gelida , come se trapelasse qualcosa di sinistro”. I rapitori appaiono tipicamente “come basse e piccole entità luminose che sembrano traslucide, o alla fine non del tutto solide. Si potevano osservare creature rettiliane…Ma di gran lunga l’entità comunemente osservata sono i piccoli “Grigi”, esseri umanoidi alti dai tre ai quattro piedi. .. La differenza sessuale non è tanto determinata anatomicamente quanto piuttosto da una intuizione che i rapiti hanno difficoltà ad esplicitare”. Il Dott. Mack osserva che le vittime “spesso hanno tentato di evitare di guardare direttamente gli occhi degli alieni a causa dell’opprimente terrore che essi provavano, o per la perdita di volontà che avveniva quando essi ci provavano” . La comunicazione tra gli umani e i rapitori alieni avviene sempre per via telepatica. Gli alieni a volte narrano alle vittime di provenire dallo spazio cosmico o da un altro pianeta; più raramente, questa è una intuizione provata dai rapiti . I rapiti affermano nella totalità che questi rapitori alieni possiedono una abilità tecnologica molto più avanzata rispetto a quella umana .
    Altrettanto universale nell’esperienza di rapimento alieno – che quasi sempre implica molteplici rapimenti successivi- è l’esame fisico delle vittime, spesso causando lesioni e piccole ferite e arrivando inevitabilmente alla sperimentazione con “il sistema riproduttivo”. Le donne spesso riportano inseminazioni meccaniche dagli alieni, seguite, nei rapimenti successivi, dalla rimozione di un feto umano-alieno . Anche gli uomini sono frequentemente soggetti a simili procedure meccaniche per l’estrazione del fluido seminale e, in alcuni casi, sono costretti ad unirsi con i loro rapitori alieni. Con l’aumentare dei rapimenti alieni, i rapiti solitamente sperimentano “intuitivamente” che alcuni degli alieni che vedono sono “loro stessi” o i loro “figli” . Questo senso di attaccamento tende a generalizzarsi, sfociando in un incremento del senso di familiarità con i loro rapitori. Per esempio, mentre i loro primi incontri con gli alieni e gli esperimenti riproduttivi sono “profondamente disturbanti” e causano “terrore” (nonostante gli alieni usino certi “metodi di estinzione emozionale”, con una varia gradazione di successo, per “anestetizzare” le loro vittime psicologicamente) , i rapiti col tempo “apprendono nuovi livelli di consapevolezza di ciò che sta loro accadendo”. E “la loro relazione con questi esseri cambia” da negativa a positiva.
    E’ bene far notare, ancora una volta, che nessun problema emozionale o psicologico sembra interferire con il racconto dei pazienti. Le lesioni osservate, i cambiamenti fisici , i corpi dei rapiti intervistati, oltre tutto, non seguono le psicodinamiche che normalmente avvengono per le lesioni fisiche auto-indotte. Qualcosa ha apparentemente agito su questi individui. A conferma di tutto ciò sono i racconti dei bambini di due o tre anni di vita sui rapimenti che sono incredibilmente simili a quelli del Dott.Mack con pazienti adulti.

    Gli effetti di queste esperienze di rapimento sulla trasformazione personale dei rapiti sono molto chiaramente enumerati dal Dott.Mack e provano palesemente le dimensioni psichica e spirituale dell’esperienza stessa. Prima con l’iniziale terrore dell’esperienza sovracitata, poi con il senso di familiarità e comfort dei rapimenti successivi, i rapiti riportano profondi cambiamenti nella loro visione filosofica e nell’intendimento di se sessi, degli altri e del mondo intorno ad essi. Il Dott. Mark individua otto stadi nel processo di cambiamento :
    1) l’individuo inizia ad eccettare gli alieni e le esperienze che lui chiama “morte dell’Io”
    2) i rapiti iniziano a considerare i loro rapitori come “intermediari…tra…gli esseri umani e una primaria fonte di creazione o Dio”
    3) Cominciano a considerare le loro esperienze come trans-temporali e trans-spaziali, come “un ritorno alla loro fonte cosmica o Casa”
    4) L’individuo inizia a sentirsi come se fosse lui stesso un alieno, quando torna “indietro” sulla Terra
    5) I rapiti giungono a concepire l’esistenza in temini di “cicli di nascita e morte lungo periodi di tempo”, scrive Mack : “"le esperienze di rapimento spesso aprono la coscienza dei rapiti quando lavoro con loro sui cicli della vita e della morte, che sono ricordi delle realtà transazionali tibetane o 'bardos' (Sogyal Rinpoche, 1992). Ciò è dimostrato nelle esperienze di vite precedenti che emergono sempre di più nelle sedute."
    6) L’individuo ha una sensazione di “identificazione di coscienza con tutti i tipi, virtualmente infiniti, di esseri ed entità”
    7) Il rapito sviluppa “una doppia identità”, associando la sua anima con una identità aliena e la loro personalità con un se umano limitato
    Cool Riportano un funzionamento sottostante che essi chiamano spesso”un velo” e descrivono “essere in molteplici tempi e spazi allo stesso momento”

    Questi cambiamenti spirituali dovuti ai rapimenti dovrebbero già di per se legittimamente insospettire, soprattutto perché questi otto stadi del cambiamento sono pervasi da un tono decisamente anti-Cristiano . Le osservazioni di un rapito intervistato da Mack, in particolare, conferma pienamente la dimensione anticristiana delle filosofie e delle spiritualità di coloro che sono entrati in contatto con questi esseri. Quest’uomo, chiamato “Joe” , riportò che dopo una prima impressione iniziale negativa riguardo agli alieni che definiva “sinistri” e “maliziosi”, successivamente abbracciò i suoi rapitori “come suoi maestri spirituali, guide e aiutanti” .Nonostante fosse cresciuto in una conoscenza di Dio e in precetti tradizionali cristiani , dopo le sue esperienze di rapimento, iniziò a pensare di se stesso che stava divenendo “più umano” e, in sogno, sperimentò l’integrazione del suo Se “maschile e femminile” attraverso la nascita simbolica del divino, nato in modo talmente osceno da non poter essere nemmeno ripetuto. La sua testimonianza personale leva ogni possibile dubbio sulla natura di queste esperienze di rapimento, per nulla dissimile dalle moderne filosofie new-age.

    E’ bene però non dimenticare come l’apparentemente neutrale fenomeno UFO porti con se anche distruzione e malattia .
    Per una analisi oggettiva mi riferirò alle indagini tratte dal libro “UFO: cosa sta succedendo sulla Terra?” pubblicato nel 1976 da John Weidon con la partecipazione di Zola Levitt , ecco alcuni esplicativi passaggi :

    “Allo stesso modo, molti di coloro che dichiarano di avere contatti con creature UFO sostengono che esse sono amichevoli e che hanno a cuore il benessere dell’umanità. Questo in realtà è un perfetto inganno ….esseri maligni mascherati da benevoli, veramente essi non sono per nulla benevoli. La letteratura UFO è piena di indicazioni che gli UFO sono realtà maligne, esseri ostili di grande astuzia e abilità”
    “Il Maggiore Don E. Keyhoe e altri hanno segnalato molti incidenti in cui gli Ufo hanno deliberatamente attaccato aerei e sono stati responsabili di molte morti e incidenti.”
    “ In un incredibile caso nel 1953, un intercettatore F-89 decollò a Kinross AFB per investigare su un UFO. L’UFO seguì il jet sopra il Lago superiore. Il radar di terra a un certo punto segnalò incredibilmente come se ad un certo punto l’UFO avesse incorporato l’aereo F-89. Il jet e l’UFO si fusero insieme! Il veivolo combinato si spostò quindi fuori dal radar e più nessuna traccia si ebbe mai dei due piloti, del jet e dell’UFO.”
    “Un altro incidente coinvolse un Air Force C-118 che fu improvvisamente nascosto da alcuni oggetti aerei. Il veivolo precipitò,uccidendo il pilota e tre uomini dell’equipaggio. Prima dell’incidente, i testimoni hanno visto due UFO seguire l’aereo e altre persone hanno notato UFO nell’area. Alcune delle testimonianze sono confermate da Fred Emard, Capo della Polizia a Orting, Washington.”
    “In un altro caso il Colonnello Lee Merkel precipitò e morì subito dopo aver segnalato un UFO. Altri casi sono stati indubbiamente archiviati segretamente”
    “La più famosa autorità russa sugli UFO, il Dott.Felix Zigel dell’Istituto di Aviazione di Mosca, ha affermato che gli UFO possono essere “spaventosi, compiono vessazioni e potrebbero uccidere i cosmonauti Russi nelle loro missioni”
    “Secondo alcune testimonianze, gli UFO hanno semplicemente distrutto gli aerei che li seguivano. Libri come “Gli Oggetti Volanti sono ostili” di Brad Steiger e “Oggetti Volanti all’attacco” di Harold Wilkins provano che gli UFO sono malvagi. Stelger riporta di un intero villaggio africano che venne distrutto da un raggio UFO”
    “Jerome Clark, un importantissimo ricercatore UFO americano, nel suo articolo “Perché gli UFO sono ostili” parla della possibilità di “centinaia, o anche migliaia di persone uccise nel mondo dagli UFO “ . Sempre nel suo libro, afferma che gli UFO o i loro occupanti sono i responsabili di gravi assalti, di incendi causati da un raggio focale diretto, di malattie causate da radiazioni, di uccisioni, rapimenti, sparizioni di auto, assalto nelle case, paralisi, cremazioni, poteri magici distruttivi, etc… Clark dice inoltre che non c’è alcuna evidenza oggettiva , a parte i contatti, che gli UFO siano amichevoli o da un altro pianeta. Molti altri autorevoli ricercatori hanno notato la chiara ostilità UFO.”
    “Ci sono anche pericolosi effetti fisici causati dagli esseri UFO o dall’astronave. Questi includono perdita temporanea della coscienza, cecità, violenze sessuali, disturbi psichici, spaventose infezioni cutanee, emicranie croniche, crisi convulsive e anche cancro”.
    “Nel caso di coloro che affermano di avere contatti personali con extra-terrestri (contattisti), riportano di essere stati programmati,ingannati e fatti apparire come folli. Essi hanno sperimentato la perdita del lavoro e la separazione della famiglia. Ci sono frequenti casi di psicopatologie, in particolare schizofrenia paranoide , alcuni contattisti riportano di avere avuto ordine di uccidere….Ci sono moltissimi casi di morti improvvise e misteriose, suicidi e crolli nervosi tra gli investigatori UFO”
    “Gli occupanti UFO sembrano essere dei bugiardi abituali. Spesso essi si contraddicono l’un l’altro ed espongono credo palesemente falsi, se diamo credito a coloro che hanno contatti con essi. Questi includono : le civiltà di Saturno esistono in paradisi subtropicali, Venere ha foreste,ruscelli,rigogliosi campi di grano,aree suburbane,etc…, il Sole e Mercurio non sono caldi , Plutone non è freddo. Essi hanno affermato che all’uomo non sarebbe mai stato permesso di mettere piede sulla Luna…”
    (*bisogna notare che questi sono tutti messaggi degli anni ’50-’60 che alla luce delle nostre conoscenze si dimostrano emerite fandonie. Come classificheranno le persone del 2050 ciò che ora ci stanno dicendo? “Il punto è che l’esperienza UFO non è una costante che può essere studiata e catalogata, ma è estremamente flessibile e reinventa se stessa per diventare più credibile”) .

    Consideriamo ora , come ci dice la Scrittura, la possibilità per gli incorporei di rivestirsi di materialità (la modalità ovviamente rimane per noi misteriosa) quando entrano in contatto con l’uomo, credo sia molto esplicativo a questo punto l’episodio di Tobia. Dio, esaudendo le preghiere di Tobia divenuto cieco e caduto in miseria (Tobia 2) e di Sara, tormentata dal demone Asmodeo che uccise tutti i suoi sette mariti appena le si erano accostati (Tobia 3;Cool , inviò “l’angelo Santo del Signore” , Raffaele (dall’ebraico Rafà –guarisce , El , Dio > Dio guarisce ) per accompagnare nel suo cammino il figlio Tobia (Tobia 5) , unirlo in matrimonio con Sara e sanarla (Tobia 7;9 – Tobia 8 ) , riscuotere la somma di denaro da Gabelo (Tobia 9) e ridare con i suoi rimedi la vista all’anziano Tobia (Tobia 11;13) . Alla fine Raffaele , che tutti fino ad allora credevano essere un uomo (Tobia 9;1) , si manifesta come Angelo del Signore :
    “La pace sia con voi, non temete. Se infatti sono stato con voi, è stato per volontà di Dio; Lui benedite, a Lui cantate lodi. A voi sembrava che io mangiassi e bevessi, ma io ho un cibo invisibile, ed una bevanda che gli uomini non possono vedere. E’ tempo che io torni a Colui che m’ha mandato. Voi poi benedite Iddio e fate conoscere tutte le Sue meraviglie” (Tobia 12;17-20) .
    Anche il divino Apostolo, nella sua lettera agli Ebrei (13;2) insegna : “Non dimenticate l'ospitalità, perché alcuni, praticandola, hanno ospitato senza saperlo degli angeli” dimostrandoci chiaramente come la “materializzazione” angelica sia un evento contemplato dalla Rivelazione e oserei dire naturale (vorrei qui fare una fulminea digressione per ricordare come una delle primissime dottrine eretiche gnostiche che gli Apostoli dovettero affrontare fu il Docetismo – dal greco dokèin , apparire – che insegnava che Cristo non era veramente il Dio incarnato avendo un corpo solo apparente oppure etereo , sull’esempio probabilmente delle materializzazioni angeliche. Di questa eresia ne parla l’Evangelo –basti pensare allo stesso prologo di Giovanni che confuta questa folle dottrina- e le Lettere in più punti :1Gv 4 ; 2Gv7 … ). Le vite dei Santi sono talmente ricche di questi fenomeni che sarebbe veramente inutile metterci qui ad enumerarle.
    Superfluo è forse anche dire che la capacità angelica appartiene pure ai demoni , gli angeli decaduti , che nella loro maligna opera di traviamento dell’umanità dalla Verità di Cristo a cagione della sua perdizione, sovrabbondano in queste materializzazioni . Le più eclatanti , al di là di quelle “ordinarie”, sono ad esempio le manifestazioni delle divinità pagane tra i popoli idolatrici, non posso non pensare alle materializzazioni degli “dei” dei popoli Maya ; scrive a riguardo il gesuita Josè Julio Martinez in Integridad Mexicana (Aprile 1991) che gli idoli messicani ad un certo punto delle cerimonie religiose pagane si materializzavano, presenziavano e presiedevano fisicamente ai sacrifici umani in loro onore . Ma anche di queste testimonianze la letteratura religiosa extra-cristiana ne è veramente ricca , a riprova del fatto che : “omnes dii gentium Daemonia” ( “tutti gli dei delle genti sono Demoni – Salmo 95;5) .
    Così come i demoni hanno la capacità/possibilità di materializzarsi all’uomo, allo stesso modo essi hanno il potere di materializzare (e smaterializzare) oggetti. Voglio qui precisare che mentre è potere solo di Dio creare e portare dal non essere all’essere, tuttavia i demoni hanno la capacità della materializzazione che, secondo il mio parere, si esplica mediante l’operazione di raddensare in un qualche modo la materia, un cambiamento di stato della sostanza tramite una inspiegabile trasformazione (sappiamo infatti che lo stato dei corpi dipende dai valori di temperatura e pressione dell’ambiente e che sono le forze intermolecolari a determinare lo stato di aggregazione della materia –solido,liquido,gassoso), cosa impedirebbe difatti a un angelo, con il suo potere, di intervenire e trasformare la struttura molecolare e atomica della materia al di là delle stesse leggi fisiche? Veramente possiamo credere che essi, capaci di rivestirsi di materialità, non siano in grado di trasformare e manipolare la materia stessa?
    “La letteratura ortodossa ha molti esempi di manifestazioni demoniache che corrispondono esattamente con il modello UFO: apparizioni di esseri e di oggetti “solidi” (sia gli stessi demoni che le loro ingannevoli creazioni) che si “materializzano” e si “smaterializzano” sempre con lo scopo di intimorire e confondere le persone , conducendole infine alla perdizione.
    Un certo giovane di nome Anatolio divenne monaco presso il monastero di San Martino, ma per falsa umiltà cadde vittima di un inganno demoniaco. Si immaginò di conversare con gli “angeli”, e al fine di persuadere gli altri della sua santità, questi “angeli” acconsentirono di dargli un “abito splendente di origine celeste” quale segno del “potere di Dio” che dimorava nel giovane. Una sera , intorno a mezzanotte, ci fu un enorme rumore di piedi danzanti e un mormorio come di una moltitudine di voci nell’eremo e la cella di Anatolio divenne luminosissima. Poi ci fu silenzio e il monaco illuso emerse dalla sua cella con l’abito “celeste”. Fu portata una lanterna e tutti ispezionarono accuratamente il vestito. Era estremamente soffice, di un’incomparabile lucentezza e di una brillantezza porporina, era però impossibile dire lesatta natura del materiale. Ugualmente, a un esame visivo e tattile minuzioso , sembrava essere un indumento e niente più. Il mattino seguente, il padre spirituale di Anatolio prese il monaco per condurlo da San Martino, intento a scoprire se l’evento fosse realmente un inganno del demonio. Spaventato, l’ingannato si rifiutò di andare, fu pertanto costretto controvoglia in virtù d’obbedienza, Successivamente il vestito sparì tra le mani di coloro che lo stavano portando. L’autore del resoconto (che era presente lui stesso all’episodio o lo ebbe da testimoni oculari) concluse che “il demonio fu incapace di mantenere le sue illusioni e di nascondere la loro natura quando stavano per essere sottoposte agli occhi di Martino,” “Era talmente forte il suo potere di vedere il demonio, che oramai Martino lo riconosceva sotto qualsiasi forma, sia che mantenesse la sua propria caratteristica sia che cambiasse in qualsiasi delle sue varie manifestazioni spiritualmente malvagie –comprese le fattezze degli dei pagani o la sembianza di Cristo stesso, in abiti regali e corona , avvolto da una luce rossa risplendente”.
    E’ chiaro che le manifestazioni degli odierni “dischi volanti” sono proprio in sé la tecnologia dei demoni ; infatti, nient’altro può spiegarle. Il già citato Anatolio oggi sarebbe semplicemente conosciuto come un “contattato.” E il fine dell’oggetto “non identificato” in tale episodio è chiaro: incutere timore agli osservatori con un senso di “misterioso,” e di fornire la “prova” di “intelligenze superiori” (“angeli,” se la vittima crede in essi, o “visitatori spaziali” per uomini moderni), e in tal modo ottenere fiducia per il messaggio che desiderano comunicare.”


    La materializzazione prodigiosa è un fenomeno abbastanza diffuso anche durante le sedute spiritiche (inutile specificare che la pratica spiritica ,qualora non si tratti di un inganno umano del “medium”, è sempre da ricollegare all’azione demoniaca ed è fermamente condannata da Dio – v. Lev 19;31 , Deut. 18;10-14 , Is 8;19-20 ) , riporto direttamente quanto scritto nel sito internet di una famosa congrega spiritica italiana :

    “Queste materializzazioni potevano avvenire tramite un processo lento di manipolazione di una sostanza luminescente, tale da poter essere largamente constatato dai presenti, tra i quali vi era spesso un osservatore studioso di fenomeni parapsicologici, o un fisico, o un ricercatore scientifico; in alcuni casi l'oggetto veniva consegnato non del tutto formato alI'interessato, il quale ne sentiva completare la formazione tra le proprie mani; in altri casi l'oggetto poteva completarsi nei giorni successivi con l'aggiunta di intere parti.
    Dalla relazione di una seduta redatta dall'ing. S.V. "... pur essendo la stanza al buio, le mani del medium emanavano la luce necessaria per vedere materializzarsi l'oggetto a poco a poco... una materia fluida gli si dipanava tra le dita, fuoriuscendo in lingue luminescenti ed emananti odore di ozono... Ia sostanza fluida si faceva sempre piu consistente, mentre la Guida – lo spirito guida - spiegava: "Sto rivestendo di materia l'intelaiatura fissa astrale che ogni oggetto possiede: adesso e trasparente, vedete?". Infatti l'oggetto, simile a un piccolo sasso, appariva come di onice luminescente, di colore tra il verde e l’azzurro pallido…l’apporto prendeva corpo e si delineava, delimitato da una linea nera tra la massa luminescente che componeva l’oggetto e le luminosità emananti dalle mani del medium. Le fasi della materializzazione sono durate più di dieci minuti. Quando l'apporto e stato consegnato era ancora luminoso e la persona che l'ha ricevuto tra le mani ne ha percepito il "pulsare". E' una graziosa scatola rotondeggiante a forma d conchiglia, in porcellana bianca con trasparenze azzurrine. Porta la data 1785 e la scritta "Vive le Roi"; vi è disegnato il giglio di Francia, una corona gentilizia ed alcune volute di ornamento. E’ chiusa con una delicata cerniera metallica un po'annerita...".
    Gli oggetti pervenuti con questo tipo di materializzazione, mantenevano sempre per circa mezz'ora un nucleo luminoso nel centro. Un'altra modalità con la quale potevano avvenire gli apporti era l'improvvisa materializzazione dell’oggetto in un punto qualsiasi della stanza o con la sua caduta dall'alto. In questo caso avveniva talvolta che, cadendo nel buio, l'oggetto trascinasse una scia luminosa nell'aria visibile ai presenti; inoltre, nell'urto sul pavimento, di cui tutti avvertivano il rumore, gli oggetti, per pesanti o delicati che fossero, non riportavano alcun danno; sempre con caduta dell'oggetto, materializzato nella parte alta della stanza, vi sono stati apporti realizzati a luce accesa come nel caso descritto dall'ing. V . “ .

    Questi fenomeni sono altresì conosciuti nelle passate religioni pagane, sia in molte religioni odierne e vengono praticati tutt’ora da magisti,sciamani,stregoni,yogi e da “maestri” spirituali : il falso miracolo è d’altronde un’abile esca per confermare le persone nell’errore e nell’eresia che separa da Cristo e dalla Sua Eterna Verità. Penso proprio che uno di questi illuminati Yogi che spopolano nel mondo disseminando errore e traviamento spirituale sia il famigerato Sai Baba di cui sono noti i suoi prelest (inganni spirituali) , guarigioni e falsi miracoli tra cui spesso viene proprio annoverata la capacità di materializzare e trasformare oggetti.
    E’ possibile leggere in un sito che pubblicizza i suoi miracoli :

    «Una delle circostanze in cui Swami cambiò la Sua immagine con quella di Gesù e viceversa vide testimone il mio amico Elvin Gates. Durante un'intervista nel 1987, Sai Baba rivelò per la prima volta ad un giovane dello Sri Lanka, Nalin Sedera, che era Vivekananda reincarnato. In quell'occasione Swami materializzò per Elvin uno splendido anello raffigurante la Sua immagine. Dopo averglielo infilato al dito, lo riprese dicendo: «Tu preferisci la forma di Gesù» ed in quel momento era certamente vero. Poi, tenendo l'anello tra l'indice e il pollice, Swami ci soffiò sopra e l'immagine di Gesù apparve al posto di quella di Sai Baba. …Oggi che sono passati degli anni penso che fosse nato per amare la forma di Sathya Sai Baba più di altre forme e che fosse consapevole che la forma di Dio non è altro che un simbolo della stessa realtà, anche se fonte di grande ispirazione. Le immagini artistiche di Sai Baba, di Baba di Shirdi, di Sathya, e di Gesù sono simboli di una stessa realtà» (1 Murphet Howard, La Ricerca Interiore, 30 anni con l'Avatar, Modena, Edizioni Milesi, 1998 )

    "Secondo quanto ci viene riportato, il 20 aprile 1971, mentre si trovava attorniato da un piccolo gruppo di devoti americani, Sai Baba compì un miracolo, che, più di quanto possano le parole, mette in evidenza il legame tra Cristo, Shiva, e Lui stesso. I devoti dissero che con un sol gesto della mano materializzò questo piccolo medaglione riproducente l'immagine di Gesù. L'oggetto passò di mano in mano fra i devoti riuniti, affinché tutti potessero esaminarlo. Stando al racconto dei presenti, riprendendolo in mano Baba vi soffiò sopra due volte trasformandone l'immagine in quella di Shiva, "
    1 Sandweiss Samuel H., Sai Baba. L'uomo santo e lo psichiatra, Magenta, Antonio Craxi Editore, 1977, pag. 176
    La materializzazione di un frutto di mango fuori stagione è stata registrata da R. Balapattabi. Lungo il fiume Chitravati, un devoto chiese a Baba un frutto di mango, ben sapendo che non era la stagione dei manghi. Baba gli disse di mettere le dita nella sabbia, dove furono trovati quattro manghi con le foglie, come se fossero stati staccati da poco tempo da un albero. I frutti furono distribuiti tra le dodici persone presenti.
    1 Balapattabi, R., Nectarine Leelas of Bhagawan Sri Sathya Sai Baba, Bangalore, Sai Towers Publishing, 2001, pag. 39

    “In molte occasioni sono state registrate materializzazioni di amrita (nettare) da parte di Bhagavan Sri Sathya Sai Baba semplicemente toccando con piccoli colpetti delle dita dei contenitori vuoti, precedentemente materializzati dal nulla. Sai Baba distrubisce poi questo nettare divino fra i devoti presenti.”


    E’ quindi possibile affermare che gli UFO siano proprio fenomeni di materializzazione demonica che irrompono, con tragiche conseguenze, nella nostra realtà umana.
    Vorrei inoltre ampliare la nostra panoramica su un altro passo biblico , quello di Genesi 6 in cui viene descritta la situazione antidiluviana della terra :
    “1 Quando gli uomini cominciarono a moltiplicarsi sulla faccia della terra e nacquero loro delle figlie, 2 avvenne che i figli di DIO videro che le figlie degli uomini erano belle, e presero per loro mogli tutte quelle che essi scelsero. 3 E l'Eterno disse: «Lo Spirito mio non contenderà per sempre con l'uomo, perché nel suo traviamento egli non è che carne; i suoi giorni saranno quindi centovent'anni». 4 Vi erano dei giganti sulla terra a quei tempi, e anche dopo, quando i figli di DIO si accostarono alle figlie degli uomini e queste partorirono loro dei figli. Essi sono gli eroi che esistettero nei tempi antichi, sono gli uomini famosi di quei tempi. 5 Ora l'Eterno vide che la malvagità degli uomini era grande sulla terra e che tutti i disegni dei pensieri del loro cuore non erano altro che male in ogni tempo. 6 E l'Eterno si pentì di aver fatto l'uomo sulla terra e se ne addolorò in cuor suo. 7 Così l'Eterno disse: «Io sterminerò dalla faccia della terra l'uomo che ho creato, dall'uomo al bestiame, ai rettili, agli uccelli del cielo, perché mi pento di averli fatti». 8 Ma Noè trovò grazia agli occhi dell'Eterno.”. Credo colpisca molto quel termine “figli di Dio” (B’nai haElohim) , questi esseri che a un certo punto scelgono delle donne e si uniscono ad esse (lasciamo perdere il mito della generazione dei Nephilim , i “caduti” dal verbo ebraico “naphal : cadere –qui tradotto con giganti- , la LXX usa “Ghigantes” ). L’interpretazione di questo passo è stata molto discussa tra chi asserisce che il termine Figli di Dio appartiene agli angeli e chi invece , soprattutto dopo il IV secolo, preferisce dare a questo termine la valenza di “figli del giusto Seth” – e ai “figli degli uomini” la discendenza invece cainita- . Personalmente tendo a dare al termine il significato angelico, sull’evidenza scritturale che la stessa parola è usata tre volte nel libro di Giobbe ( 1;6 , 2;1 , 38;7 ) e ,sempre in ambito veterotestamentario sinonimi come Bar Alohim (Dan 3;25) o “Figli del Potente” (bene Elohim – Salmo 29;1 , Salmo 89;6) , con l’esplicito significato di “Angeli” . Gli angeli difatti sono i “figli di Dio” perché creati direttamenti da Lui e non da una generazione per riproduzione-discendenza come invece accade per l’uomo (nel Nuovo Testamento lo stesso termine verrà usato per indicare chi, tramite l’adozione in Cristo per la Fede, diventa figlio del Padre ). Anche Sant’Agostino che invece ha una interpretazione decisamente “sethita” della parola, nel suo Libro Primo delle “Questioni sulla Genesi” non può che ammettere : “per quanto, a proposito dei demoni, che sono malvagi verso le donne, da molti vengano dette tante cose, che non è facile emettere un parere preciso su questo problema” , alludendo probabilmente ai casi di vessazione sessuale demoniaca (qualcuno forse avrà visto il film Entity , tratto da una storia vera, in cui viene rappresentata la vicenda di una signora americana pluriviolentata da una “entità” ) e di demonofilia .

    La parallela presenza di vessazioni sessuali nelle abduzioni aliene non ci può che portare alla considerazione di fenomeni: i famigerati incubi e succubi .
    Si può senz’altro affermare che incubi e succubi sono le entità che più hanno turbato i “sonni” dei demonologi e di molti studiosi ; l’incubo si può definire genericamente come un demonio che prende l’aspetto di un uomo e giace (con consenso o con violenza) con una donna, di contro nel succubo viene preso l’aspetto di donna che si accompagna nottetempo con una persona di sesso maschile. Le numerosissime testimonianze raccontano che mentre il succubo per l’uomo è un’esperienza erotica sempre fallacemente piacevole, il coito (più o meno forzato) con l’incubo s’impone spesso in modi orribili e dolorosi : non è raro che le donne irretite o possedute dal demonio si siano ritrovate a condividere il letto con mostri terribili, omiciattoli rossi e gibbosi, grossi topi, uomini simili a scimmie pelosissime, furetti, capri e ominidi neri dal volto grinzoso e dai tremendi occhi.
    I succubi sono numericamente inferiori agli incubi ma per gli uomini che cadono nella loro trappola seducente , come ci attestano molti esorcisti, è difficile liberarsi dal momento che sono assai più perversi degli incubi. Non è altresì infrequente che incubi e succubi prendano l’aspetto di nostri conoscenti e parenti defunti o viventi .
    Per tutti era indubbia la natura demoniaca dell’entità, l’unica divergenza era invece la modalità con cui un demonio assumeva una sembianza umana : per alcuni esso operava tramite la rianimazione di un cadavere , per altri (i più) tramite l’assunzione di un rivestimento materiale , come già abbiamo potuto vedere .
    Il più famoso trattato di demonologia è il Malleus Maleficarum di Heinrich Kramer e Jacob Sprenger ; nella trattazione di alcuni casi essi cercarono di rispondere così alle emergenti domande :

    “Siccome si crede che alcuni diavoli siano caduti secondo un certo ordine, non è sconveniente asserire che sono i diavoli del coro più basso, anzi quelli che in esso stanno più in basso, ad essere deputati ed addetti a queste altre sporcizie. (…) Noi diciamo pertanto tre cose: in primo luogo che questi diavoli commettono sconcissimi atti venerei non per godere, ma per infettare l’anima e il corpo di coloro dei quali sono succubi o incubi; in secondo luogo che, con un atto simile, ci può essere una completa concezione o generazione da parte delle donne, perché i diavoli possono portare il seme umano nel luogo conveniente del ventre della donna e accanto alla materia qui predisposta e adatta al seme. E allo stesso modo possono raccogliere i semi di altre cose per ottenere altri effetti. In terzo luogo, nella generazione di siffatte cose ciò che avviene attribuito ai diavoli è solo il moto locale e non la stessa generazione, il cui principio non è una della capacità del diavolo o del corpo da lui assunto ma di colui al quale appartenne il seme, per cui chi è generato non è figlio del diavolo ma di un uomo.”

    Che l’esistenza di tali vessazioni carnali fosse possibile realmente, neppure il Divino Apostolo ne aveva dubbi dal momento che nelle sue Epistole, rifacendosi proprio al Cap.6 della Genesi, scrive sull’obbligo delle donne di velarsi il capo : " Perciò, la donna deve, per cagion degli angeli, aver sul capo un segno della podestà da cui dipende." (1Cor 11;10) .
    " L'Apostolo era alquanto consapevole della nostra battaglia spirituale contro le forze del male (Ef 6;12) nelle regioni dell'aria, già allorquando gli angeli ribelli insozzarono nel peccato le figlie degli uomini".

    Illuminante per l’interpretazione e l’approfondimento del Cap.6 della Genesi è l’oramai famoso Libro di Enoch, un apocrifo veterotestamentario che parla di questi Angeli come i Vigilanti, ovvero angeli malvagi, che, materializzandosi, si unirono alle donne che scelsero e insegnarono agli uomini la metallurgia per poi usarla nell’arte bellica, l’atrologia, la medicina e l’uso di droghe e la stregoneria. Leggiamo infatti :
    “insegnarono ad esse incantesimi e magie e mostraron loro il taglio di piante e radici.” (VII ; 1)
    “E Azazel insegnò agli uomini a far spade, coltello, scudo, corazza da petto e mostrò loro quel che, dopo di loro e in seguito al loro modo di agire (sarebbe avvenuto): braccialetti, ornamenti, tingere ed abbellir le ciglia, pietre, più di tutte le pietre, preziose e scelte, tutte le tinture e (gli mostrò anche) il cambiamento del mondo. E vi fu grande scelleratezza e molto fornicare. E caddero nell'errore e tutti i loro modi di vivere si corruppero.
    Amezarak istruì tutti gli incantatori ed i tagliatori di radici. Armaros (insegnò) la soluzione degli incantesimi.
    Baraqal (istruì) gli astrologi. Kobabel (insegnò) i segni degli astri; Temel insegnò l'astrologia e Asradel insegnò il corso della luna. E, per la perdita degli uomini, (gli uomini) gridarono e la loro voce giunse in cielo. “ (VIII ; 1-4)
    Il Libro di Enoch fu grandemente tenuto in considerazione in ambito giudaico così come tra i primi cristiani -lo cita ad esempio Giuda nella sua Epistola ( vv. 14-15 )- e credo che la sua lettura possa per certi versi risultare illuminante anche per comprendere fenomeni di manifestazione diabolica come l’ufologia.
    Parlando degli ultimi tempi, il divino Apostolo ci avverte: “Il mistero dell'empietà infatti è già all'opera, aspettando soltanto che chi lo ritiene al presente sia tolto di mezzo. Allora sarà manifestato quell'empio che il Signore distruggerà col soffio della sua bocca e annienterà all'apparire della sua venuta. La venuta di quell'empio avverrà per l'azione di Satana, accompagnata da ogni sorta di portenti, di segni e di prodigi bugiardi, e da ogni inganno di malvagità per quelli che periscono, perché hanno rifiutato di amare la verità per essere salvati. E per questo Dio manderà loro efficacia di errore, perché credano alla menzogna, affinché siano giudicati tutti quelli che non hanno creduto alla verità, ma si sono compiaciuti nella malvagità!” (2Ts 2;7-12)
    E ancora :
    “Or lo Spirito dice espressamente che negli ultimi tempi alcuni apostateranno dalla fede, dando ascolto a spiriti seduttori e a dottrine di demoni, per l'ipocrisia di uomini bugiardi, marchiati nella propria coscienza” (1Tim 4;1-2)
    Cristo stesso afferma che : “vi saranno anche dei fenomeni spaventevoli e grandi segni dal cielo” (Lc 21;11)
    Quanti gli anticristi che hanno seminato nel passato e tuttora seminano errore ed apostasia, e come sono grandi a volte gli inganni degli spiriti maligni che operano incessantemente nel mondo per la perdizione dell’uomo; si fanno anche oggi vive le parole di Pietro: “Siate sobri, vegliate, perché il vostro avversario, il diavolo, va attorno come un leone ruggente cercando chi possa divorare.” (1Pt 5;Cool ..
    La maggior parte dei leader di culti Ufo odierni sono dei contattisti o dei rapiti. Purtroppo (e tragicamente) manca loro un adeguato paradigma cristiano ortodosso con cui leggere questi eventi, finendo pertanto a credere in ciò che questi esseri narrano, proprio come in tutte le loro demoniache manifestazioni nella storia. Ora che d’altronde siamo una società tecnologica e tecnocentrica,che vive nel mito del progresso e dell’evoluzione, come non potrebbero queste “entità” non dirci che essi sono degli extra-terrestri venuti dallo spazio con le loro astronavi?

    Le persone che entrano in contatto con questa realtà finiscono nella quasi totalità per diventare seguaci New-Age , seguono una religione ufologica o addirittura ne fondano una. Se si guardano i credo delle varie religioni ufologiche : i Raeliani , il Concilio Niburiano , la Fondazione Urantia , Heaven’s Gate , etc… dicono alla fine, nella contraddizione, un po’ tutti la stessa cosa (pur non concordando tra l’altro sul luogo da cui i loro alieni provengono) . La maggior parte di loro afferma che essi si manifestarono nella nostra storia unendosi con gli esseri umani, facendo progredire la nostra tecnologia o mandandoci persone come Mosè, Buddha e Gesù , dichiarando l’avvento di un futuro “messia”. Questa persona viene solitamente chiamata dagli alieni “profeta finale”. A volte gli alieni usano reinterpretare con nuove dottrine la Bibbia stessa , dimostrando una aperta ostilità con la vera Fede Ortodossa perché opposta alla loro “conoscenza”.

    Molti oggigiorno,anche tra alcuni cristiani, pensano ingenuamente agli alieni come ad una specie di angeli dell’universo, indubbiamente anche noi affermiamo che essi sono veramente angeli, ma DECADUTI, ovvero iniqui demoni , nemici di Dio e dell’umanità . I veri Angeli di Dio , servendo il Dio Trino nella Gloria , confessano incessantemente che Gesù Cristo è il Verbo Incarnato .
    “ Ma l'angelo disse loro: «Non temete, perché vi annunzio una grande gioia che tutto il popolo avrà; poiché oggi nella città di Davide è nato per voi un Salvatore, che è Cristo, il Signore” (Luca 2 ; 10-11) ; “Carissimi, non credete ad ogni spirito, ma provate gli spiriti per sapere se sono da Dio, perché molti falsi profeti sono usciti fuori nel mondo. Da questo potete conoscere lo Spirito di Dio: ogni spirito che riconosce che Gesù Cristo è venuto nella carne, è da Dio. E ogni spirito che non riconosce che Gesù Cristo è venuto nella carne, non è da Dio; e questo è lo spirito dell'Anticristo che, come avete udito, deve venire; e ora è già nel mondo “ ( 1 Gv 4 ; 1-3) ; “ Ma anche se noi o un angelo dal cielo vi predicasse un evangelo diverso da quello che vi abbiamo annunziato, sia maledetto. Come abbiamo già detto, ora lo dico di nuovo: Se qualcuno vi predica un evangelo diverso da quello che avete ricevuto, sia maledetto. “ (Gal 1;8-9) .


    Ritornando al più specifico argomento del rapimento alieno è interessante notare che molte persone sono riuscite a interrompere i processi di abduzione con la Fede in Cristo e la fiduciosa invocazione del Nome di Gesù , a prova del fatto che “non vi è altro Nome dato agli uomini sotto il cielo nel quale è stabilito che possiamo essere salvati” (At 4;12) e “nel nome di Gesù ogni ginocchio si piegherà
    nei cieli, sulla terra e sotto terra” (Fil 2;10) oltre a conferma della vera natura satanica di questi “rapimenti” che infine si rivelano nella loro vera fattezza di ossessione demoniaca . Voglio riportare di seguito alcune testimonianze :

    “Le manifestazioni iniziarono a rivelarsi la notte in cui essi la lasciarono. Per anni Cathy Land ha avuto la sensazione che qualcosa non andasse bene. C’erano infatti momenti di inconsapevole perdita di tempo, la mattina si svegliava con una sensazione di innaturale pesantezza e un sonno quasi letargico nonostante avesse riposato tutta la notte, un’ inspiegabile sensazione come se qualcosa l’avesse visitata.
    Si svegliò una notte con una faccia aliena che si allontanava da lei.
    “Mi ha lasciata. Posso ancora sentire il suo fiato sulla mia faccia. Mi spaventò a tal punto da svegliarmi.Il suo volto sembrava avere una strana sembianza. Il secondo mi stava ancora tenendo per le gambe. Successivamente sono rotolata in posizione fetale e tornata a dormire”
    La mattina seguente raccontò a suo figlio cosa le era accaduto; solitamente la famiglia considerava i suoi ricordi come una burla. Questa volta invece suo figlio le rispose : “Questi non sono alieni, ma demoni!”
    “Finalmente tutto ha senso” rispose Cathy.
    Il commento di suo figlio la spinsero su Internet, dove riuscì a trovare alcuni Cristiani che non congedarono la sua esperienza come una follia priva di senso. La sua fede si fece più ricca e più profonda da quando scoprì che il potere di Dio poteva liberarla da anni di tormenti.
    “Ho smesso di essere afflitta da tali vessazioni –racconta-finalmente ho capito. Queste sono tutte modalità per sviare il mondo da Dio, e quale miglior modo se non quello di far pensare alla gente dell’esistenza di esseri venuti dallo spazio? Questi esseri non sono piccoli, benevoli E.T. venuti e migliorare la società. Non vengono da una distante galassia. Stanno facendo violenza sulle donne, uccidendo animali, terrorizzando bambini”.
    Manager per una compagnia di rifornimento medico, un tempo autotrasportatrice e cantante, la sig.ra Land iniziò a leggere tutto ciò che poteva per imparare il più possibile su ciò che la tormentò così a lungo. Fin dalla prima infanzia si sentì attratta dalla letteratura UFO, giungendo a segnalare anche un avvistamento alla polizia.

    “Molte volte avevo una strana sensazione prima di andare a dormire” – aggiunge , raccontando di avere come memorie confuse,indistinte al suo risveglio “mi sentivo come se durante la notte fosse successo qualcosa, ma nulla mi veniva in mente”.
    Una volta suo figlio le raccontò di uno spaventoso incontro ch ebbe con un “piccolo ometto”. Ammise che questo racconto la spaventò a morte.
    Ciononostante continuò a divorare letteralmente libri e programmi TV sui fenomeni alieni. Raccontò ai suoi familiari le sue esperienze e parlò degli UFO anche con i suoi amici, nonostante molti ridessero di lei.
    “Qualche volta avevo la sensazione che stavo impazzendo. Ma c’erano troppe, troppe cose che non tornavano…”. Una volta letto tutto il materiale cristiano disponibile sul fenomeno, dopo il suo risveglio spirituale, capì definitivamente quanto, per così lungo tempo, era stata soggetta a simili vessazioni. “

    Questa è una testimonianza di Eve Lorgen che da molti anni si occupa di ricerche sul paranormale :
    “Quando il concetto di discernimento spirituale si perde, nasce immediatamente un problema di vasta portata, questo credo sia anche la tattica primaria degli “alieni”. Personalmente non mi sarei mai aspettata che gli alieni (per la mia esperienza i Grigi, Rettiliani e alcuni esseri tozzi e scuri) fossero in realtà degli esseri maligni e anticristici fintantoché non mutai il loro potere sulla mia vita. Prima di diventare Cristiana (allorché un cristiano ben informato con saggio discernimento spirituale iniziò una preghiera d’intercessione per me) ebbi diverse visitazioni aliene. Ero cresciuta come una spiritualista, ed ero totalmente coinvolta nel mondo dell’occulto. Gran parte della mia preparazione esoterica mi indusse a credere all’ipotesi positiva degli E.T., a sentirmi assai speciale vista la mia “origine galattica—stato di prescelta”. Iniziai ad apprendere abilità psichiche e tecniche di trance channeling –contattismo in stato di trance, n.d.t.- . Maggiormente crescevo in queste abilità, più, realizzai, crescevano i rapimenti alieni. Peggiorai in seguito di salute e intaccai negativamente le mie relazioni personali. Per farla breve, ero una marionetta da loro manipolata.
    Odiavo i Cristiani come fondamentalisti e opponevo alle loro ragioni le solite psico-baggianate e i tipici argomenti “metafisici” New-Age . Volevo realmente credere che gli alieni che interagivano con me fossero buoni, e stessero espandendo la mia consapevolezza, la mia evoluzione, guidandomi all’illuminazione . Dopotutto, possedevo tutte queste straordinarie capacità psichiche .
    Suppongo siano stati i frequenti problemi di salute e i terrori notturni che mi fecero guardare a una spiegazione alternativa per l’influenza aliena sulla mia vita. Venni pertanto battezzata e imparai come pregare l’autorità di Gesù Cristo . Funzionò! Gli alieni e le altre antità tentarono di tornare da me , qualche volta ci riuscivano, altre volte no. Ciò che disvelò la vera natura di questi alieni fu quando iniziai fervidamente a pregare per la liberazione spirituale e la conversione di altri “rapiti” e ciò portò a una violentissima reazione da parte loro. Tornarono da me e mi tormentarono letteralmente affinché lasciassi stare i loro “prescelti”. Come contattai alcuni ricercatori che ben conoscevano la vera realtà aliena per collaborare con loro, le rappresaglie si intensificarono. Osservai come questi alieni manipolavano i loro tanti “rapiti” , a volte attivando il loro “ego” per promuovere il loro piano . Era incredibile!
    Tutto ciò che voglio far capire è che ci sono determinate forze spirituali in conflitto con altre per l’autorità sugli uomini . Dobbiamo assolutamente ridestarci dal torpore spirituale e decidere , come in battaglia, sotto quale autorità dobbiamo militare. Nonostante tutta la sua apparente efficacia, anche la cosiddetta psicologia dell’autosviluppo è effettivamente contraria al “piccolo gregge”. E’ quando si inizia a interagire con il grande gregge della gerarchia aliena-spirituale e tutti gli altri esseri demoniaci , che il vero Potere di Cristo è necessario! “
    Voglio infine riportare l’ultima , significativa testimonianza di Virginia Miller-Witmer :
    “Cominciò tutto in una ordinaria sera di Febbraio . Il cielo era limpido e stellato e l’aria fresca e tonificante All’interno della nostra casa era tutto gradevole, nonostante il freddo che circolava nel piano . Mio marito e io ci rannicchiamo insieme per vincere il freddo delle coperte, Ci scambiammo il rituale bacio della buonanotte , facendo così scivolare la lunga notte d’inverno. Improvvisamente però , nel mezzo della notte, l’ordinario si trasformò in STRAORDINARIO.
    Il mio riposo fu brutalmente interrotto, mi ritrovai improvvisamente sveglia e pervasa da una terrificante paura . Lo spavento era straziante ma la sua causa era inizialmente non chiara. Lasciai il letto , non riuscivo a sentire nulla . Le mia braccia penzolavano lungo il corpo e non riuscivo a muoverle. Iniziai a guardare attorno alla mia stanza da letto. La stanza era avvolta da una luce lugubre e misteriosa che sembrava non avesse principio ma fosse ovunque irradiata. La vecchia credenza si mostrava indistintamente nell’angolo, coperta con la mia collezione di profumi e ninnoli, ma nulla effondeva un raggio . Vedevo chiaramente , senza i miei occhiali sarebbe stato impossibile . Tale visione era inspiegabile . La stanza era velata d’oscurità.
    La paura e l’angoscia mi assalirono quando davanti agli occhi si materializzarono i miei timori . Sopra il mio letto vi era un piccolo essere. Era alto circa come un bambino di cinque anni . In preda all’orrore , sapevo di essere completamente sotto il suo controllo . Ogni sorta di pensiero negativo mi venne in mente , la disperazione di essere in un grande pericolo senza possibilità di salvezza.
    L’odio si colmava di una brama omicida. I suoi grandi occhi neri a forma di mandorla erano privi di vita e la sua statura non caratterizzava il suo immenso potere. Prontamente distolsi da lui il mio sguardo solo per scoprire che un altro invasore era ai miei piedi . Serrai forte gli occhi per non aprirli nuovamente. Speravo di non vedere più le loro grandi teste lisce o l’abisso dei loro occhi . Volevo cacciarli via ma chiudendo semplicemente gli occhi non allontanai certo queste creature orrende.
    ”Stai pronta a uscire” fu il comando di un essere sulla mia destra . Sentivo chiaramente la comunicazione nonostante non la udissi con le mie orecchie . “sei pazza?...non uscire…non riuscivo anche se avessi voluto…non riuscivo a muovermi!”ruminavo tra me all’assurdità di un simile comando . Sapevo però che se mi volevano fuori, era certo per qualcosa di più rispetto a un brutale risveglio.
    La mia mente iniziò a pensare : “Che mi succederà? Sto forse sognando?...No!...questa è realtà, non un sogno! …tutto ciò sta realmente accadendo!”
    Ero in allerta e il terrore che mi pervadeva era intimamente chiaro . “Questi alieni provengono da un altro pianeta e vogliono condurmi nella loro astronave? Può essere questo il motivo per cui vogliono che io vada fuori”. Ci fu un tempo nella mia gioventù in cui fantasticai sugli esseri alieni e i viaggi spaziali. Ma questo accadde tanto tempo fa e la paura non faceva certo parte di questi viaggi immaginari.
    ”E’ questo ciò che si racconta degli incontri alieni? Dove vogliono portarmi? Sono così terrorizzata …non sto andando da nessuna parte!...so che mi state sentendo, bestie!Cosa c’è?...attraversare i muri o il soffitto?...Da dove vengono tutti questi pensieri? …sono miei o loro?”
    Tutto ciò che sapevo era che mi trovavo completamente soggiogata e senza aiuto. Non mi trovavo sotto il mio controllo, lo avevano loro. Fisicamente non riuscivo a resistere, tutto ciò che avevo era la mia mente.
    Improvvisamente mi resi conto che mio marito stava pacificamente dormendo vicino a me. Se lo avessi pertanto svegliato , forse se ne sarebbero andati. Concentrai tutta la mia energia per questo scopo. Lottando contro una forza inesorabile , sembrava che le corde vocali non fossero neppure mie . Finalmente riuscii a borbottare il nome di mio marito.
    “Che succede?” Per un istante la loro magia su di me si era rota. “”Sono terrorizzata”. Ma la libertà terminò in quell’istante. Mi ritrovai dove avevo iniziato, immobile e senza speranza d’aiuto.
    “Aiutami!...Aiutami!Non lasciarmi nelle loro mani!...Non si preoccupa neppure di sapere perché sono spaventata…Non se ne preoccupa!” La rabbia che provavo si tramutò subito in disperazione e nell’incessante terrore di essere loro prigioniera.
    “Devo uscire da qui…non posso lasciare che mi controllino…cos’altro posso fare? Come posso scacciarli?” Nella disperazione vidi una via d’uscita . Sapevo che ero senza speranza di salvarmi . Chi altri potevo chiamare? I versi della Bibbia iniziarono ad attraversare la mia mente . Iniziai a pensare a Dio e alle sue parole . Iniziai a recitare a me stessa i versi allorquando gli alieni mi vennero incontro .
    “Non vi lascerò né mi dimenticherò di voi….Nulla vi separerà mai dal mio amore…E’ più grande colui che è in me rispetto a colui che è nel mondo…Ogni ginocchio si piegherà e ogni lingua confesserà che Gesù è il Signore…”
    Molti altri versi attraversarono la mia mente confusa e terrorizzata e come giunge la Scrittura, così mi sentii subito più forte con una gran voglia di vincere. Una pace indescrivibile scese su di me . Iniziai a professare questi versi. Chiesi quindi il potere della Sua eterna promessa.
    “Nel nome di Gesù vi rigetto!” comandai .
    Se ne andarono . La disperazione se ne era andata . Il terrificante potere si è sciolto . Ero distesa e calma sul mio letto, nonostante fossi sorpresa dall’esito degli eventi . Cosa mi era appena accaduto? Esausta, non avevo l’energia neppure per rispondere a questa questione. Desideravo solo di tornare a riposare pacificamente. Perchè se fossi rimasta alzata, sarebbero stati capaci di tornare indietro e attaccarmi. Solo questo pensiero mi indusse a dormire per un breve periodo. Ero emozionalmente,fisicamente,mentalmente e spiritualmente provata . Il sonno velocemente mi colse e non mi svegliai di nuovo fino a mattina.
    Ringrazio Dio per avermi liberata da questi invasori notturni . Non sono stata, da allora, più contattata e non mi aspetto di esserlo ancora . Se dovessero però ritornare, ora so che essi non possono che sottomettersi al nome di Gesù . Non sarò mai più senza speranza perché il mio Salvatore è sempre presente e desidera sempre liberarmi . Tutto ciò che devo fare è invocare con fede il nome di Gesù .
    Nonostante credessi in Gesù Cristo come mio Salvatore fin da bimba, non ho sempre vissuto come in realtà avrei dovuto . Dopo aver subito una molestia , vidi una via per ottenere potere e controllo nella mia vita e mi dedicai a certe pratiche legate all’occultismo. In gioventù tentai alcune pratiche magiche , partecipando anche da bambina a sedute spiritiche , da adolescente mi dedicai alla meditazione . Per alcuni versi la mia gioventù fu abbastanza buona . La vita della mia famiglia era sicura ma, dentro di me, ero un’anima inquieta. Durante tutte queste esperienze, e molte altre, credevo che Dio non mi avrebbe mai lasciata. Lo addoloravo tremendamente, ma Lui non mi avrebbe mai lasciata.
    Gli incontri alieni erano l’ultima cosa che avevo in mente nel 1987. Ma una notte mi ritrovai tra le grinfie di una presenza demoniaca. Credo che se non fosse stato per quest’esperienza, probabilmente non mi sarei mai pentita del mio coinvolgimento col mondo dell’occulto. Non pensavo più alle mie pratiche occulte condotte per anni e le consideravo semplicemente una semplice esperienza di gioventù. Ora so che sia Dio che Satana presero seriamente le mie pratiche. Non faceva reale differenza se le avessi fatte seriamente o meno!

    Di simili testimonianze, anche se spesso non hanno un grande risalto tra i media (per ovvi motivi…)la letteratura aliena ne è veramente piena.
    E’ interessante notare inoltre che, quando si inizia a trattare seriamente e con grande discernimento le varie testimonianze di incontri UFO, inizia a comparire una gran quantità di analogie con l’Abuso rituale satanico , che non si possono certo ignorare anche nello studio critico dell’ufologia.


    fonte:M.C (Facebook)

      La data/ora di oggi è Mar Nov 21, 2017 7:28 pm