Eugenio Siragusa forum

Facebook

Eugenio Siragusa forum

Eugenio Siragusa forum


    Francia: Chip RFID per controllare i Bambini

    Condividere
    avatar
    Alex
    Amministratore
    Amministratore

    Messaggi : 842
    Data d'iscrizione : 10.07.10

    Francia: Chip RFID per controllare i Bambini

    Messaggio  Alex il Gio Set 16, 2010 12:29 pm

    Apocalisse 14:9 Poi, un terzo angelo li seguì gridando a gran voce: "Chiunque adora la bestia e la sua statua e ne riceve il marchio sulla fronte o sulla mano."


    Francia: bimbi con chip in asilo per sorvegliarli meglio
    Al via test nel 2011, servira' a sorvegliarli meglio. Ma non mancano le critiche




    PARIGI - Bambini equipaggiati con chip elettronici per consentire ai responsabili degli asili nido di sorvegliarli meglio ed evitare rischi di 'fuga'. Fa discutere in Francia l'idea di testare gia' dall'anno prossimo un sistema di sorveglianza elettronico dei bambini, che consiste nell'integrare un chip (Rfid, radio frequency identification) nei loro abiti.

    Un sistema che per i suoi sostenitori ha il doppio vantaggio di ridurre i costi del personale di sorveglianza e placare le ansie dei genitori. In realta', il dispositivo e' gia' stato adottato da una scuola della California, la George Miller-III di Richmond, alla periferia di San Francisco, ma in Europa e' del tutto inedito. ''Come sorvegliare diverse decine di bambini in un asilo nido senza ricorrere a numerose puericultrici?'', si chiede il quotidiano Le Parisien. La risposta e' semplice, risponde il giornale: ''Grazie ai chip intelligenti''. Il sistema elettronico per la sorveglianza sbarchera' in un asilo della capitale francese nel primo semestre del 2011. Ogni bambino verra' dotato di una 'pulce' radio senza fili, collegata ad un centro di videosorveglianza. Il test ha lo scopo di ''confermare l'efficacia del sistema da un punto di vista della sicurezza dei bambini'', spiega Patrick Givanovitch, numero uno di Lyberta, l'azienda che ha concepito il progetto, citato dal Parisien. ''Sistemeremo delle sonde un po' ovunque nell'asilo nido per stabilire una cartografia completa del luogo'', aggiunge Givanovitch. ''Grazie al chip indossato da ogni bambino (sara' inserito in un capo d'abbigliamento fornito dalla stessa societa') - conclude - sara' possibile conoscere immediatamente se uno di loro sta lasciando l'asilo''. A quel punto, la direzione verra' subito allertata, come anche i genitori, via SMS sul loro telefonino.

    Ma in Francia non mancano le critiche. Per Dominique Ratia-Armengol, presidente dell'Associazione nazionale degli psicologi della prima infanzia, si tratta di un'idea ''semplicemente spaventosa''. ''Rinchiudere dei bambini in una gabbia virtuale - spiega - significa creare un sentimento di paura e angoscia che non esiste''. Inoltre, sempre per Ratia-Armengol, con questo strumento si rischia di ''deresponsabilizzare educatori formati per educare e stabilire una relazione di fiducia'' con i giovanissimi. Stessa reazione indignata da parte di Maria Da Costa Pereira, puericultrice a Parigi e responsabile sindacale. ''Cio' significa aprire la porta ad enormi tagli sul personale a scapito di essenziali relazioni umane con adulti professionisti'', dice l'esperta, secondo cui non c'e' davvero alcun bisogno di ''rendere piu' sicuri gli asili attraverso sistemi elettronici, visto che sono gia' luoghi chiusi e senza alcun rischio di 'fuga''''.

    Fonte: Ansa del 10/09/2010, ore 21.15


    Bambini col chip all'asilo: a Parigi è polemica
    In caso di allontanamento dalla scuola, un sms avvisa i genitori. Dubbi degli psicologi: così si alimenta la paura
    Il debutto del sistema in California: il chip è inserito in una casacca da basket


    In una scuola materna di Richmond, in California, il sistema adottato per tenere sotto controllo i piccolo iscritti è un chip inserito in una casacca da allenamento di basket portata da ogni bambino.

    PARIGI – Dopo cani e gatti, cassonetti della spazzatura, libri, bestiame, vestiti e passaporti, i chip Rfid (identificazione a radio frequenza) equipaggeranno i bambini di un asilo parigino. «La sperimentazione punta a incrementare la sicurezza dei piccoli – dice Patrick Givanovitch, a capo dell’azienda Lyberta -; installeremo in tutti i locali dei rilevatori e, grazie al chip inserito in una maglia, gli uomini del controllo video sapranno in ogni istante dove si trova un bambino, e soprattutto se è entrato o uscito dall’asilo. In caso di uscita imprevista, un sms partirà automaticamente per avvisare i genitori e la direzione dell’istituto».

    PRO E CONTRO - L’idea di dotare di chip elettronici dei bambini di tre anni sembra rispondere alle esigenze del momento: ridurre i costi del personale di sorveglianza, placare la fame di sicurezza di genitori e cittadini in generale, in Francia già cavalcata con alterne fortune dal presidente Sarkozy. Ma è una buona idea? «Chiudere i bambini in una gabbia virtuale alimenterà le paura e il senso di essere perennemente in pericolo, rischio peraltro inesistente», ha detto al Parisien Dominique Ratia-Armengol, presidente dell’associazione francese degli psicologi infantili -. L’uso dei chip punta a ridurre la presenza degli educatori, che invece sono fondamentali per la crescita dei bambini». Se, nonostante le polemiche, il progetto parigino sarà confermato, sarà la prima volta che questa tecnologia viene utilizzata in Europa.

    DEBUTTO NEGLI STATI UNITI - Negli Stati Uniti il sistema ha fatto il suo debutto qualche settimana fa in una scuola materna di Richmond, California: il chip è inserito in una casacca da allenamento di basket portata da ogni bambino, il costo annuale è di 50 mila dollari ma si stima un risparmio di 3000 ore di lavoro dei dipendenti della scuola, che per adesso sono soddisfatti: «Non devo più passare il mio tempo a riempire il registro con gli orari di ingresso e di uscita di ogni bambino – ha commentato a fine agosto l’insegnante Simone Beauford -. Io sono favorevole, meno burocrazia e più insegnamento». I militanti che si battono per la tutela delle libertà civili sono invece molto preoccupati. «Non ci sono garanzie sulla reale sicurezza di questa tecnologia, i dati sui movimenti dei bambini possono essere letti dagli insegnanti ma anche da chiunque altro a distanza di centinaia di metri – ha dichiarato Nicole Ozer, docente alla Aclu della Northern California -. L’ossessione di risparmiare sui costi e di aumentare la sicurezza potrebbe invece ridurla».

    Fonte: Corriere.it


    _________________
    Ti avverto, chiunque tu sia. Oh tu che desideri sondare gli Arcani della Natura, se non riuscirai a trovare dentro te stesso ciò che cerchi non potrai trovarlo nemmeno fuori. Se ignori le meraviglie della tua casa, come pretendi di trovare altre meraviglie? In te si trova occulto il Tesoro degli Dei. Oh! Uomo conosci te stesso e conoscerai l’Universo e gli Dei (Oracolo di Delfi)

    Il mio stato

    Scarica Skype e aggiungimi ai contatti cliccando sull'icona per parlare gratis.
    avatar
    Antonio
    Super Member
    Super Member

    Messaggi : 349
    Data d'iscrizione : 13.08.10
    Età : 55
    Località : Vellisca-CUENCA-ESPAÑA

    Re: Francia: Chip RFID per controllare i Bambini

    Messaggio  Antonio il Gio Set 16, 2010 1:30 pm

    Alessio, hai completissima ragione,.....è vero, tutto si stà verificando ogni giorno piu chiaramente.
    Dopo di leggere tutto quello che ai scritto, sono piu convinto delle parole di Eugenio:
    "IL TEMPO NON HA IMPORTANZA, GLI EVENTI HANNO IMPORTANZA,....."

    Penso questa "directiva dei Poteri Scuri" vada in aumento, fino a fare di queste "condicionanti" una obligatorietà per tutti.
    E vero anche, che questi avanzi potevano essere utilizate per il Bene,ma....... quelli che diriggiono le corde penso sono troppo scuri.
    Ti saluto fortemente, grazie handshake
    avatar
    Alex
    Amministratore
    Amministratore

    Messaggi : 842
    Data d'iscrizione : 10.07.10

    Re: Francia: Chip RFID per controllare i Bambini

    Messaggio  Alex il Gio Set 16, 2010 9:54 pm

    Antonio ha scritto:Dopo di leggere tutto quello che ai scritto, sono piu convinto delle parole di Eugenio:
    "IL TEMPO NON HA IMPORTANZA, GLI EVENTI HANNO IMPORTANZA,....."

    Si Antonio, lo credo anche io che sono gli eventi ad avere grande importanza.
    In fondo ci è stato tramandato quanto detto...

    "I farisei e i sadducei si avvicinarono per metterlo alla prova e gli chiesero che mostrasse loro un segno dal cielo. Ma egli rispose: "Quando si fa sera, voi dite: Bel tempo, perché il cielo rosseggia; e al mattino: Oggi burrasca, perché il cielo è rosso cupo. Sapete dunque interpretare l'aspetto del cielo e non sapete distinguere i segni dei tempi?" (Matteo 16,1-3)


    _________________
    Ti avverto, chiunque tu sia. Oh tu che desideri sondare gli Arcani della Natura, se non riuscirai a trovare dentro te stesso ciò che cerchi non potrai trovarlo nemmeno fuori. Se ignori le meraviglie della tua casa, come pretendi di trovare altre meraviglie? In te si trova occulto il Tesoro degli Dei. Oh! Uomo conosci te stesso e conoscerai l’Universo e gli Dei (Oracolo di Delfi)

    Il mio stato

    Scarica Skype e aggiungimi ai contatti cliccando sull'icona per parlare gratis.

    Contenuto sponsorizzato

    Re: Francia: Chip RFID per controllare i Bambini

    Messaggio  Contenuto sponsorizzato


      La data/ora di oggi è Mar Nov 21, 2017 7:26 pm